I miei obiettivi

Una Zona 6 a misura d’uomo

Milano in 5 anni è cambiata in meglio come non mai e questo non lo dicono poche persone, ma è confermata da studi, ricerche e articoli su riviste prestigiose internazionali. Certo, non tutto è perfetto e c’è ancora molto da fare, ma la strada è quella giusta e bisogna proseguirla con ancora più tenacia e coraggio. Insieme.

Con la vittoria di Giuliano Pisapia nel 2011 Milano è cambiata. Non solo è diventata più bella grazie ai grandi eventi e investimenti immobiliari – Expo, Garibaldi/Repubblica, Citylife, Fondazione Prada, ecc – , ma è diventata più ecologica – raccolta differenziata oltre il 50% (in Europa solo Vienna fa più di noi!) tutta l’illuminazione stradale ora è a LED, espansione del teleriscaldamento, riduzione del traffico, ecc – ha risolto problemi che non vedevano fine – la Darsena, parcheggio di Sant’Ambrogio, l’ex albergo di Italia 90 a Ponte Lambro, ecc – ed è più vicina alle persone – forte rapporto con le Associazioni, registro delle unioni civili e politiche sociali che considerano tutti a pari livello, ecc

Finalmente siamo nella fase di svolta che sta risvegliando Milano e la sta riportando a livelli europei, non solo su indicatori economici, ma anche, e soprattutto, a livello di qualità urbana, fondamentale parametro di benessere della città.

Con Beppe Sala sindaco, Milano potrà proseguire questo percorso con ulteriore spinta. Risolti i danni che le precedenti amministrazioni avevano fatto (buchi di bilancio, cantieri sospesi perché le procedure non erano regolari, ecc), ora si può guardare sempre più avanti e procedere spediti verso una nuova città.

Questi i temi che affronterò nel mio percorso volto al migliorare la vivibilità del quartiere.

Il verde urbano e il Parco Agricolo Sud

Muoversi in Zona 6

Lo sport e il tempo libero

La scuola e i progetti educativi

Il commercio e il lavoro

Viviamo in una città metropolitana

La burocrazia e il rapporto politica-cittadino